L’istituto femminile di Rebibbia a Venezia con il premio Bookciak, Azione!

Il 21 settembre, dalle 19.30 si replica a Roma, a Palazzo Merulana (via Merulana 121), la settima edizione di Bookciak, Azione! 2018, il premio dedicato all'intreccio tra cinema e letteratura, attraverso i corti ispirati ai libri, ed evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori al festival di Venezia, dove si è svolto lo scorso 28 agosto nell'ambito della serata di benvenuto alla stampa, in collaborazione con SNGCI e Spi-CGIL.

Per il pubblico di Palazzo Merulana è stata scelta una formula festosa puntando al cuore multiculturale di questa edizione. A caratterizzarla, infatti, sono stati i racconti di un giovanissimo scrittore albanese (Elvis Malaj), di un disegnatore argentino (Daniel Cuello), le storie dei migranti raccolte da un anziano sindacalista di Mazara del Vallo (Mario Foderà). E ancora la partecipazione delle detenute-allieve di Rebibbia, del liceo artistico statale Enzo Rossi, dalle più varie nazionalità che, a partire da queste pagine, hanno raccontato in video (i bookciak) le emozioni del loro quotidiano dietro alle sbarre. Così come hanno fatto anche gli studenti del Centro sperimentale di cinematografia della sede.

Una serata multiculturale, dunque, con la proiezione dei bookciak vincitori 2018, premiati a Venezia da Lidia Ravera, presidente di giuria, affiancata da Wilma Labate, Teresa Marchesi e Gianluca Arcopinto. Ad accompagnare dal vivo i video saranno i ritmi balcanici della band multietnica Balkanski Put, mentre l'attrice Veronica Milaneschi leggerà alcuni brani scelti dai testi che hanno ispirato i corti. E prima dell'evento aperitivo in terrazza con stuzzichini. Tra gli ospiti della serata i giurati del premio Bookciak, Azione!, i docenti del liceo artistico statale Enzo Rossi di Rebibbia e i rappresentanti del Centro sperimentale di cinematografia.

Biglietto 10 euro, ridotto per bambini fino a 7 anni comprende visita all'esposizione permanente della Galleria Merulana aperitivo in terrazza con stuzzichini evento Bookciak, Azione!

Bookciak, Azione! è un concorso video, evento di preapertura delle Giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia, un concorso che premia i bookciak movies, corti di massimo 3 minuti, video ispirati a romanzi, e offre ai giovani filmmaker l’opportunità di proiettare il proprio corto nel corso di una serata evento davanti al pubblico dei giornalisti e degli addetti ai lavori della Mostra del cinema di Venezia, affiancando il gusto del cinema al piacere della lettura.

La novità della VII edizione del premio Bookciak, Azione! è stata una sezione ad hoc aperta alle studentesse del liceo artistico statale Enzo Rossi detenute nella casa circondariale femminile di Rebibbia a Roma.

Un’ intera classe di 13 ragazze (Catalina B. - Edith C. - Gabriella C. - Cristina D. - MariaChiara E. - Zhura H. - Elena M. - Martina M. - Hasnja O. - Gabriela P. - Gloria T. - Renata S. - Julieta D.) delle più varie origini e nazionalità, ha partecipato attivamente al progetto.

Come gli altri concorrenti le detenute hanno letto i quattro libri di questa edizione 2018 e trovato nelle pagine scritte l’ispirazione per i loro cortometraggi, i bookciak movie. Sono state loro, infatti, le allieve-detenute a realizzare i bookciak di questa sezione speciale del premio.

Il lavoro si è svolto all’interno di speciali laboratori interdisciplinari, coordinati dai docenti Lucia Lo Buono, Claudio Fioramanti, Pietro Scarpulla, Marisa Antonacci, Franco Crocco, Valentina Iadevaia, Antonella Schirò, Cristiana Vignola, Gabriele Nani, Francesca Meconi, Rossella Capuano. Insegnanti di discipline plastiche e pittoriche, lettere, filosofia, disegno, chimica, storia dell’arte, inglese, matematica tutti insieme a disposizione della creatività delle allieve che, nell’arco di mesi di lavoro, hanno letto i libri, scritto insieme le sceneggiature, realizzato le scenografie e i disegni, creato i costumi e poi girato i video.

Ognuna di loro ha messo a disposizione dei bookciak la propria esperienza personale, culturale ed emotiva, a partire dai testi. Due in particolare molto sentiti dalle stesse detenute per via dei temi trattati, ossia quello dei migranti, raccontato da Mario Foderà in Io marinaro, la vita avventurosa di un migrante del mare (Edizioni LiberEtà) e, con toni più ironici, dallo scrittore albanese Elvis Malaj nella raccolta di racconti, Dal tuo terrazzo si vede casa mia (Racconti Edizioni).
 
A questo ultimo titolo, infatti, fa riferimento Scarpe, il bookciak vincitore di questa speciale sezione del premio. Lo firma l’intero gruppo di detenute, coordinate dai docenti: Claudio Fioramanti, Lucia Lo Buono, Pietro Scarpulla e con il contributo di Valentina Iadevaia, Antonella Schirò, Cristiana Vignola.

La giuria presieduta dalla scrittrice Lidia Ravera, affiancata dalla regista Wilma Labate, la critica cinemato-grafica Teresa Marchesi e il produttore indipendente Gianluca Arcopinto, ha scelto di dare una speciale menzione anche agli altri tre bookciak realizzati dalle detenute:

Come creta
di e con Renata S. - Martina M. - MariaChiara E. - Julieta D.
laboratorio interdisciplinare dei docenti: Claudio Fioramanti, Lucia Lo Buono, Pietro Scarpulla, Cristiana Vi-gnola. Liberamente ispirato a L’estate muore giovane di Mirko Sabatino (Nottetempo Edizioni)

La leggenda del migrante - Tradizione orale
di e con MariaChiara E. - Zhura H.
laboratorio interdisciplinare dei docenti: Marisa Antonacci e Claudio Fioramanti, liberamente ispirato a Io marinaro, la vita avventurosa di un migrante del mare (Edizioni LiberEtà)

U mari
di e con Gabriella C. - Elena M. - Gabriela P. - Gloria T.
laboratorio interdisciplinare dei docenti: Claudio Fioramanti, Pietro Scarpulla, Antonella Schirò, Cristiana Vignola, Franco Crocco. Liberamente ispirato a Io marinaro, la vita avventurosa di un migrante del mare (Edizioni LiberEtà)

I bookciak delle detenute sono stati proiettati, insieme agli altri vincitori del premio, il 28 agosto al Lido di Venezia nell’ambito della serata-evento di preapertura delle Giornate degli Autori. A seguire, in data da stabilire, si svolgerà la premiazione delle detenute all’interno del carcere di Rebibbia con la partecipazione della giuria del premio, Bookciak, Azione!